venerdì 4 gennaio 2008

VERRA' LA MORTE

Ci sarà un tempo in cui, con il quotidiano usciranno libri, o weblibri, o come si chiameranno nel tempo che verrà, di poesie. Come adesso. Oggi non escono più i libri di poesie di Carducci o di Pascoli o di Parini. In quel tempo non usciranno Ungaretti o Montale o Neruda, come accade ora. Usciranno quelli contemporanei, e chissà come verranno classificati.
Tra questi, ci sarà di sicuro Sandro Bondi. La sua prolifica vena poetica mette a disposizione di tutti i lettori di Vanity Fair una poesia alla settimana, per il personaggio di turno, che per ovvi motivi non può essere sempre il Divo Silvio. Nel tempo che verrà tutti questi preziosi versi verranno finalmente raccolti in un unico volume, e forse anche più, di seta rossa. Per ora accontentiamoci di un assaggio, tanto una vale l'altra, perchè è ovvio che sono tutte bellissime.

Presente d'amore
cuore del tempo
consumato senza pietà.
Morta memoria
rifugio infedele
destata dal rimorso.
Vita futura
inganno della mente
figlia della mancanza.
Beatitudine presente.

7 commenti:

rocco ha detto...

ma è QUEL Sandro Bondi? OH MY GOSH! Grande Tere talent scout letteraria.
Non vedo l'ora di comprarne una raccolta, delle sue poesie, magari in uscita per hobby&works. Tutte da montare :) Lo dicevo che il ragazzo aveva talento

saretta ha detto...

uau...che dono ha quest'uomo! grazie per questa chiccha teresa...dopotutto tu sei la regina di noi STRACCHINI!!!

Anonimo ha detto...

look this is the "diet" i told you about you should really enter the site :) bye enter the site

Mattia ha detto...

cara teresa, complimenti vivissimi per il tuo primo commento spam.
comunque splendida poesia, sembra una lista della spesa.
e comunque qui si continua a pianificare la rivoluzione.

morso

m

fiorenzo.fuolega ha detto...

Certo che il primo commento spam, proprio su una "dieta" doveva essere... :) Se non ricordo male, comunque, la poesia di questo mese dovrebbe essere dedicata a Gianni Letta. Per la serie culi mascherati (e gnanca tanto)

tere ha detto...

IO NON SO PERCHE' IL MONDO DELLO SPAM SI DIVERTA A LANCIARMI NOIOSE DRITTE E SOPRATTUTTO SU DIETE, CHE IO COME TUTTI SANNO, NON HO BISOGNO DI SEGUIRE...
cmq Fiore non sapevo fossi un fedele di Vanity...è proprio per Letta. Bondi riesce ad ispirarsi con chiunque a quanto pare. Alla faccia di Laura e Beatrice...

fiorenzo.fuolega ha detto...

Non sono un fedele di Vanity, credo di non averlo mai aperto in vita mia (o forse sì, non era lì che anni fa Luttazzi teneva la sua rubrica di risposte a finti lettori?).
Però sono un fedele del Corriere (ahimé...), che spesso dà spazio al Vate Bondi...
Ciao