lunedì 26 novembre 2007

SATURNO CONTRO (ANZI NO)

Ma che noia!
Ma chi ce li ha mandati questi pomeriggi di novembre in cui le giornate sembrano finire già alle 4 e mezza ma invece si trascinano come agonie? Senza calcolare che alla fine potresti fare un sacco di cose, ma tutto il tempo è dedicato a due cose:
1 pensare a quanto noioso è il pomeriggio,
2 a tutto ciò che rende più nervoso e noioso il pomeriggio.
Problemi e quesiti irrisolti che di sicuro non troveranno risposta in momenti pieni di noia e agitation.
Nell'ordine:
  • I regali di Natale
  • La festa di laurea
  • Cosa fare a Capodanno
  • Dimagrire
Problemi amletici, che hanno bisogno di mente sgombra e di relax, non certo di apatia e tragedia. anche perchè in questi momenti vengono in mente soltanto soluzioni alternative e disastrose, del tipo macchissenefrega dei regali tanto a me non penserà nessuno e poi basta il pensiero, cosa serve dimagrire se tanto poi si ingrassa e tanto ormai ci sono le feste e li riprendo tutti, fatica inutile. Eppoi sono proprio i pomeriggi novembrini che ti spingono a consolare le tue tristezze nel godurioso dolcetto...
A Capodanno si sa che non si combina mai una mazza, che è meglio pensare di non divertirsi così poi ci si diverte di più...per la laurea poi ancora peggio il calendario dell'avvento dice -10 e non so nemmeno se il controrelatore è sicuro. Ecco, ci sono problemi più grandi e gravi che comunque rimangono irrisolti.

Il senso di colpa.
Ecco il secondo partner di questi noiosi pomeriggi. Ecco, quando ho tempo non ho voglia/non faccio niente e poi quando ho tutto il tempo occupato mi vengono in mente un sacco di cose bellissime e soprattutto urgentissime che dovrei fare ma che invece non posso fare.
  • Il decoupage
  • Lavorare a maglia
  • Fare le cose con lentezza
  • Fare sport
  • Leggere
  • Diventare esperta di qualcosa, anche qualsiasi
  • Dimagrire
Quest'estate ho persino comperato un manuale di decoupage, in vista di pomeriggi lunghi da impegnare creando creando, per ora nessuna creazione è uscita dalle mie manine un pò pasticcione. Lo stesso discorso, a parte il manuale, vale per il knitting così fashion eppure nonostante ciò non mi ha ancora conquistato.
Boh, mi manca la passione, la mania che ti fa buttare a capofitto sulle cose...
Comunque posso essere soddisfatta: il mondo dei tarocchi ha sempre meno segreti e ieri ho cominciato a leggere un libro, che avevo già cominciato mille volte negli ultimi mesi, come altri 10 credo. E giusto per confermare l'adagio che per dimagrire bisogna fare moto ma ormai è troppo freddo per correre, mi avvicino all'ora di cena. Menù: baccalà ai bianco con polenta carciofi e caldarroste. Dopotutto le giornate di novembre hanno di positivo che ci sono le castagne...bacio stracchini!!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma come siamo comunicativi!

Hehe, anch'io ho aperto un blog per sfuggire al labirinto, ma in realtà non lo sa nessuno e l'indirizzo non lo dico a nessuno!! Solipsismo a gogò!

Ciao Fiore

tere ha detto...

ma come ci piace parlarci addosso eh? ma alla fine è divertente.. dai voglio sapere il tuo indirizzo! lo scoprirò prima o poi! ih ih ih

Mattia ha detto...

solipsisti e non...
... finalmente sono riuscito a ristabilire una connessione. ero in visibile astinenza da internet...
cmq cara teresa se ti annoi basta che mi dici e organizzo al volo un'esterna. :D
o.
mio.
dio.
a mercoledì...